Alessandria – Le porte di ferro non fermano la Rete per la Casa


Oggi intorno alle ore 16 vi è stata una nuova occupazione abitativa organizzata dalla Rete Sociale per la Casa. Il teatro dell’azione la palazzina di via Viora di proprietà dell’ATC, ribattezzata dagli organi di informazione la palazzina della Rete per la Casa. Nei giorni scorsi ad una delle famiglie occupanti è stata assegnata un’altra abitazione di edilizia popolare a Spinetta Marengo e l’ATC ha pensato bene di sprangare la porta di ingresso e le finestre con pannelli di ferro per ostacolare una nuova occupazione. E’ evidente che l’intenzione dell’ATC era di lasciare abbandonata la casa per diversi anni e di non permettere a nessuno di abitarla. Ma non sono certo le porte di ferro che possono fermare i sogni di chi è intenzionato a non pagare la crisi e lotta per riappropriarsi di reddito. Dopo neppure 5 minuti i due nuovi inquilini, uno studente universitario protagonista dell’onda e un precario, hanno iniziato a vivere la loro nuova abitazione che si sono conquistati.

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi