L’Onda invade Alessandria


Circa 500 persone hanno partecipato oggi alla manifestazione studentesca contro tagli e licenziamenti del comparto scuola ad Alessandria.

Tanti sono gli studenti che hanno risposto all’appello della manifestazione, soprattutto dalle altre città della provincia come Novi Ligure, Ovada e Casale dove i tagli della 133 hanno fatto sentire i loro effetti, dalla mancanza di insegnanti di sostegno al sovraffollamento nelle classi.

Il corteo si è snodato per le vie della città all’ insegna di slogan contro la Gelmini, ma anche contro la Lega Nord, riconosciuto come partito razzista e xenofobo e responsabile della proposta di istituire un tetto del 30% di alunni migranti per classe.

Si sono registrati alcuni momenti di tensione verso la conclusione del corteo quando polizia e digos hanno cercato di impedire che il corteo raggiungesse il provveditorato dove è terminata la manifestazione.

Oggi pomeriggio alle 15.30 è in programma l’assemblea degli studenti medi e prossimamente una nuova assemblea che coinvolgerà tutti i soggetti interessati da tagli e riforma: studenti universitari, personale ATA, docenti, genitori.

 

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi