Sgombero per il ‘Crocevia’?


Fonte: Il Piccolo di Alessandria 04-09-2009

Annunciano l’intenzione di resistere gli occupanti del centro sociale “Crocevia”, presso Forte Acqui al Cristo, destinatari di una lettera, con la data del 3 Settembre, con la quale il Comune annuncia che, in mancanza di una regolarizzazione della concessione, richiesta da anni e sempre ignorata, sarà revocata l’autorizzazione all’uso dei locali e quindi in mancanza di un accordo bonario si provvederà allo sgombero.Una situazione che da anni aspetta, dicono in Comune, di essere regolarizzata, e non è l’unica anche nel solo quartiere Cristo.A questo punto gli occupanti diventano abusivi e gli si chiede di uscire. Non è facile immaginare se nei prossimi giorni si troverà una via verso l’armistizio, o se invece si arriverà alle estreme conseguenze. Qualora fosse così, dal Crocevia si annuncia, come detto l’intenzione di non darla vinta, citando frasi come “Questa è una lotta senza resa, veniteci a prendere”. Gli occupanti fanno notare come la lettera del Comune arrivi proprio nell’anniversario della nascita dell’esperienza di occupazione per creare uno spazio per i giovani. Era il 3 Settembre del 2002 quando cinquanta giovani occupavano la ex fabbrica di via Lumelli: “Quel giorno nacque il Centro sociale Crocevia”. Viene ricordata la lunga attività di musica e cultura, oltre a un’esperienza politica indipendente da partiti e sindacati, per parlare di lotta per la casa, per la pace: “Crocevia è un’idea di libertà e liberazione”. Martedì alle 21, assemblea in via Casalcermelli 49.

C.R.

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi