Azione degli studenti all’Ufficio Scolastico Provinciale


Questo pomeriggio gli studenti in movimento di Alessandria si sono dati appuntamento sotto all’Ufficio Scolastico Provinciale con striscioni e cartelli, per denunciare lo stato in cui versano gli istituti della città (sia dal punto di vista didattico che strutturale) e per smentire le dichiarazioni della dirigente Paola D’Alessandro, che nei giorni scorsi aveva rilasciato interviste ai giornali locali affermando che i problemi lamentati da studenti e personale scolastico non sono poi così numerosi nè rilevanti.

All’arrivo degli studenti davanti all’Ufficio la dirigente ha invitato i giovani a esporre i problemi riscontrati all’interno degli istituti cittadini, ribadendo il suo “impegno” nella risoluzione dei singoli casi di sua competenza e smentendo gli effetti negativi che i tagli e la riforma Gelmini hanno provocato, tentando di scaricarne le responsabilità su presidi ed altri enti. Dopo una breve discussione durante la quale la D’Alessandro ha cercato di convincere gli studenti della bontà della riforma e dei suoi effetti (cosa aspettarsi da chi ha dichiarato che “l’università funzionerebbe meglio se privata”?), gli studenti hanno abbandonato l’incontro invitando la dirigente a confrontarsi democraticamente con studenti e insegnanti direttamente all’interno degli istituti per provare di persona cosa vuol dire studiare ai tempi della riforma Gelmini.
“Non possiamo prescindere dal fatto che questa situazione sia stata provocata dai tagli e dalla riforma. Abbiamo abbandonato l’incontro invitando la D’Alessandro a uscire dai propri uffici e a confrontarsi realmente con studenti, insegnanti e genitori. Facile dire che tutto va bene dal proprio ufficio, ma sappiamo che la realtà è un’altra” ha dichiarato all’uscita uno studente.
Dall’incontro è risultata l’evidente intenzione della dirigente di mostrarsi sensibile ai problemi della scuola con il solo scopo di apparire attenta e interessata agli occhi delle telecamere e dei giornalisti.

Gli studenti hanno poi volantinato per il centro città promuovendo la prossima assemblea in preparazione del corteo studentesco del 28 settembre che terminerà con una jam musicale proprio sotto l’ufficio scolastico provinciale.

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi