Alessandria – Centinaia di studenti manifestano per il diritto al futuro


Una manifestazione colorata e festosa ha attraversato oggi la città di Alessandria, un corteo che allo stesso tempo ha espresso indignazione e rabbia, cresciute in questi mesi all’interno delle scuole dove sembra essere diventato impossibile svolgere le attività più essenziali.

Dalla vergognosa iniziativa “Allenati per la vita” promossa dal Ministero dell’Istruzione e della Difesa, al riordino dei licei, ai tagli, la scuola pubblica sembra ormai avviata verso una completa dismissione che prepara gli studenti ad un futuro precario ed incerto.

“Vogliono farci pagare la crisi” gridano gli studenti dal corteo, una crisi che si abbatte non solo sul mondo della formazione grazie alle scelte di un governo criminale, ma anche su precari, migranti, lavoratori. Una crisi che, secondo i potenti del nostro paese, giustifica il taglio indiscriminato di finanziamenti alla didattica e alla cultura, un violento attacco ai diritti fondamentali  dei lavoratori, un futuro di precarietà e sfruttamento per i giovani.

Il corteo, partito da Piazza del cavallo, ha attraversato le vie principali della città per concludersi in centro, in Piazzetta della Lega, dove gli studenti si sono susseguiti al microfono tra canzoni hip hop e interventi che hanno rilanciato in avanti le mobilitazioni. Durante il tragitto della manifestazione i ragazzi hanno letteralmente sommerso di carta igienica la sede della Lega Nord, lasciando il segno tangibile del loro rifiuto e del loro disprezzo verso le politiche razziste e intolleranti che il partito di Bossi vorrebbe introdurre anche nelle nostre scuole (dal tetto del 30% all’esempio di Adro).

Da questa straordinaria giornata emerge il bisogno di affermare un’altra idea di scuola, una scuola che parli della formazione come un bene comune, della crescita dell’individuo come un processo complesso che veda lo studente come parte attiva, come soggetto pensante e critico. Per questo nelle prossime settimane le iniziative all’interno degli istituti della città si susseguiranno a ritmo serrato: “abbiamo la necessità di declinare riflessioni e momenti di discussione aperti, dobbiamo, soprattutto in questo momento, rendere tangibile nelle nostre scuole un’idea alternativa di formazione e crescita”.

Oggi pomeriggio gli studenti si sono dati appuntamento per un’assemblea in vista delle prossime iniziative che si terrà al Centro Sociale Crocevia alle 15.

 

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi