Alessandria libera. Le mani della ‘ndrangheta sulla città?


All’alba di Martedì 21 Giugno 19 persone vengono arrestate nelle provincie di Alessandria, Asti e Cuneo con l’accusa di far parte della ‘ndrangheta.

Fra gli arrestati il Consigliere Comunale di Alessandria Giuseppe Caridi del Popolo della Libertà.

Scoprire che fra i banchi del Consiglio Comunale sedeva una persona accusata di essere affiliata alla ‘ndrangheta, e che questo sia stato collaboratore del Sindaco della città Fabbio, non può lasciare indifferenti.

La società civile deve reagire e avere la forza di indignarsi.

I cittadini, i rappresentanti istituzionali, i movimenti, le associazioni, i sindacati e i partiti sono invitati ad una

ASSEMBLEA PUBBLICA

VENERDI’ 24 GIUGNO ORE 21 AL

LABORATORIO SOCIALE

(ex caserma Vigili del Fuoco)

via piave 65 Alessandria

Laboratorio Sociale

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi