Centinaia di studenti invadono le strade di Alessandria


Oggi, 12 ottobre, gli studenti e le studentesse di tutta Italia hanno scelto di fermarsi, rinunciare ad un giorno di lezione e tornare a riempire le strade e le piazze di 90 città. In un Paese in cui l’istruzione pubblica si trova schiacciata, insieme a welfare e diritti, dalla morsa dell’economia e della finanza tanto care al governo Monti, sono ancora migliaia i giovani che scelgono di continuare a pensare, discutere e manifestare insieme, tornando ad attraversare le città in cui vivono ogni giorno.
Di fronte ad una crisi che sta mettendo in ginocchio l’Europa intera, il governo italiano, in perfetta sintonia con le linee imposte dalla BCE e dalle grandi banche, continua ad infliggere duri colpi al mondo dell’istruzione: le ultime novità, comunicate candidamente dal ministro Profumo ai giornali, riguardano l’aumento di ore di lavoro per i docenti, che passeranno da 18 a 24 ore settimanali a causa dell’ultima legge di stabilità votata dal Parlamento, nella quale si parla di tagli alla formazione per 184 milioni di euro (da sommare naturalmente alle decine di milioni sottratti con la riforma Gelmini). Nel tentativo di “scimmiottare” il modello scolastico tedesco e di attenersi ai vincoli imposti dall’Europa, il governo italiano sceglie ancora una volta di rinunciare alla qualità della formazione, di togliere fondi alla ricerca e di lasciare senza lavoro centinaia di insegnanti precari, condannando migliaia di giovani ad un futuro incerto e senza prospettive.
Anche ad Alessandria centinaia di studenti sono scesi in piazza a manifestare per una scuola pubblica, realmente a portata di tutti, che ponga al centro gli interessi e i bisogni dei ragazzi, che fornisca gli strumenti necessari alla formazione e alla crescita di ciascuno e che non sia ostaggio della politica, dell’economia e delle banche, sanzionate durante il passaggio del corteo.

Il corteo è terminato con una grande assemblea al centro sociale Crocevia, durante la quale si sono decise le prossime mobilitazioni che vedranno gli studenti delle scuole alessandrine scendere nuovamente in piazza a partire da sabato 20 ottobre con un banchetto informativo  e un volantinaggio per le vie del centro cittadino.

STUDENTI IN MOVIMENTO

x info:
Ahmed (Volta) 342-7447079
Piccio (Saluzzo) 342-6264733
Francesca (Plana) 328-6437992
Mirella (Vinci) 340-6136076

Galleria fotografica

 

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi