Hasta la victoria siempre, Fidel!


da radiondadurto.org

Fidel Castro è morto alle 22.29 del 25 novembre 2016, all’età di 90 anni. Dato per morto e ucciso più volte, sopravvissuto a undici dei presidenti degli Stati Uniti che avevano promesso di cancellare la rivoluzione cubana che l’ha visto autore e protagonista, Fidel Castro è stato amato sinceramente dalla maggioranza dei cubani, ma anche considerato da altri responsabile di tutti i problemi dell’isola, spesso e volentieri anche non dipendenti direttamente da lui e dalla Rivoluzione.

Il sostanziale consenso di cui  ha goduto a anche dopo aver lasciato, a causa di una malattia, il comando della Rivoluzione, si spiega con il suo ruolo dieroe sia dell’indipendenza nazionale che espressione del riscatto delle classi sfruttate di tutto il mondo.

In queste ore il suo corpo verrà cremato e  domenica 4 dicembre si celebrerà la cerimonia funebre  a Santiago de Cuba.  Proclamati 9 giorni di luttonazionale.

Nello specifico saranno sospesi tutti gli spettacoli pubblici sull’isola, bandiere a mezzasta  e dal 28 novembre in plaza de la revolucione all’Avana la popolazione cubana potrà rendere omaggio al lider maximo fino a martedì sera quando alle 7 di sera ci sarà un atto di omaggio di massa.

Da mercoledì inizierà il viaggio delle ceneri di Fidel verso Santiago de cuba, attraverso la strada percorsa dalla “Caravana de la Libertad” nel gennaio del 1959, dove giungerà il 3 dicembre. Qui sabato alle 19 ci sarà un altro omaggio di massa nella plaza “Antonio Maceo”. Infine la cerimonia funebre, prevista per domenica  alle 7 di mattina al cimitero “Santa Ifigenia”.

Di seguito i contributi realizzati sulle nostre frequenze oggi, sabato 26 novembre:

Il collegamento con l’Avana due ore dopo l’annuncio della morte di Fidel con Orsola Casagrande, giornalista che vive nella capitale Cubana.

 

Il commento dello scrittore, saggista e giornalista Aldo Garzia, autore di numerose pubblicazioni su Cuba.

 

Il commento dello storico Antonio Moscato, autore di diversi libri su Cuba e pubblicazioni sempre aggiornate su Cuba sul suo blog.

 

Il commento di Sergio Marinoni, Presidente dell’associazione di amicizia Italia-Cuba.

 

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i suoi contenuti e tracciare le visite al sito. Cliccando di "Accetto" o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi